">
ISIC Italia

Perché contiamo le pecore per addormentarci?

Tutti la conosciamo ma solamente in pochi sanno da dove deriva il detto di contare le pecore per addormentarsi.

sheep 2292802 1920

Lo stress, i troppi pensieri in mente, i troppi impegni da svolgere possono procurare l’insonnia che ci porta alla ricerca dei più disparati tentativi per ritrovare la giusta tranquillità per addormentarsi. Fra questi, contare le pecore è fra i più antichi che si possano immaginare. Ma vi siete mai chiesti per quale motivo per addormentarci contiamo le pecore? Beh tutto ebbe inizio da una raccolta di novelle del Duecento…

In una delle vicende narrate, si racconta del nobile Ezzelino III da Romano il quale, soffrendo di insonnia, aveva ingaggiato un cantastorie perché lo intrattenesse durante le notti in bianco. Il cantastorie, però, avrebbe di gran lunga preferito dormire e proprio per questo motivo una notte, cercò di raccontare ad Ezzelino la storia di un pastore che doveva attraversare il fiume su una barchetta in cui poteva stare solo una pecora. Lo spostamento del gregge da una riva all’altra, quindi, consisteva nel trasporto di una sola pecora alla volta che il cantastorie cominciò a elencare fino a quando il nobile si addormentò.
Ma per quale motivo contare le pecore è un metodo che può funzionare qua

ndo si vorrebbe trovare un modo per dormire? Se è vero che ciò che cerchiamo è liberare la mente da pensieri e tensioni ritrovare la tranquillità necessaria per addormentarsi, è anche vero che il sonno viene stimolato da ritmi costanti, monotoni e ripetitivi. Proprio per questo motivo contare le pecore, diventa un modo per portare il cervello a una situazione di quiete che si ottiene grazie alla diminuzione dell’ormone dello stress senza il quale è più facile abbandonarsi al sonno. Liberare la mente da ogni riflessione è quindi la chiave per riuscire ad addormentarsi più facilmente e contare le pecore, con il suo ritmo continuo, può aiutare a ritrovare sonni tranquilli.

Ritorna alla panoramica
condividi articolo
Topic:
Student Life

Altri articoli sul tema Student Life


Oggi è il trentesimo Giorno del Pi greco

Al Teatro Vittoria di Roma con 12 euro